Insalata di Pasta con Pomodoro Mozzarella Prosciutto Cotto e Basilico


L'insalata di pasta, o pasta in insalata, è un piatto tipico della cucina italiana e si può preparare in un'infinità di varianti; fresco, saporito e colorato è il classico piatto primaverile o estivo, si può servire sia tiepido che freddo e conservare in frigorifero.


Per la preparazione di questa ricetta la pasta deve essere di tipo corto come ad esempio farfalle, tortiglioni, penne o fusilli, io personalmente la preparo con le mezze penne.

Tempo di preparazione: 10 minuti + Cottura: 15 minuti = Totale: 25 minuti 

Ingredienti per 4 persone:
- g 400 di pasta corta 
- g 400 di pomodori
- g 150 di prosciutto cotto 
- abbondante basilico fresco
- qb. olio e.v.o
- qb. sale

Procedimento:
Lavate e tagliate a dadini i pomodori, metteteli in un colapasta, cospargeteli di sale e lasciateli scolare affinché perdano l'acqua in eccesso.
Mettete a bollire una pentola con abbondante acqua salata.
Tagliate a dadini le mozzarelle e trasferitele in un'ampia insalatiera, aggiungete il prosciutto cotto tagliato grossolanamente, irrorate il tutto con qualche cucchiaio di olio d'oliva e mescolate.


Quando l'acqua inizierà a bollire versate la pasta e cuocetela al dente, qualche minuto prima di scolarla trasferite anche i pomodori nell'insalatiera con gli altri ingredienti e mescolate il tutto.
Unite al condimento anche la pasta ben scolata e le foglie di basilico spezzettandole con le mani; regolate, se necessario, di sale e di olio e lasciate insaporire per qualche minuto prima di servire.


Buon appetito!

Consigli:
Potete servire l'insalata di pasta subito oppure metterla in frigorifero e gustarla fredda o conservarla per il giorno dopo, in questo caso aggiungete le foglie di basilico solo prima di servire e insaporite il tutto con qualche altro cucchiaio di olio.

SEGUIMI : Facebook Twitter - Instangram


Seppie in Umido con Piselli e Pomodoro

.
Le seppie in umido con piselli sono un grande classico della cucina italiana e ogni regione ha una o più varianti, la versione in umido con aggiunta di pomodoro è una preparazione tipica primaverile della cucina tradizionale marchigiana.


Un secondo piatto leggero ma anche molto saporito e appetitoso, adatto a tutta la famiglia e a tutte le occasioni. Può essere anche anche un ottimo condimento per la pasta e accompagnato da fette di pane casereccio diventa un piatto unico, 

Tempo di preparazione: 15 minuti + Cottura: 40 minuti = Totale: 50 minuti

Ingredienti per 4 persone:
- kg 1 di seppie non troppo grandi
- g 500 di piselli freschi o surgelati
- 2 o 3 pomodori maturi
- 1/2 cipolla
- 1/2 bicchiere di vino bianco secco
- qb. olio extravergine d'oliva
- qb. prezzemolo tritato
- qb. sale 
- qb. pepe

Procedimento:
Sciacquate le seppie otto acqua corrente e privatele dell'osso centrale, della sacchetta interna, degli occhi e del becco. Sbattetele energicamente su un tagliere per intenerirle quindi tagliatele a pezzettoni o a cubetti delle stesse dimensioni.
Fate soffriggere in un tegame la cipolla tritata in 3 o 4 cucchiai di olio caldo, unite le seppie e fatele rosolare a fuoco medio fino a consumare il loro liquido poi alzate la fiamma, versate il vino e lasciatelo evaporare.
Fate rosolare le seppie ancora per qualche minuto e unite i pomodori tagliati a cubetti ed i piselli.
Portate a bollore e abbassate la fiamma al minimo, aggiungete un pizzichino di sale, una macinata di pepe e un mestolo di acqua calda. Coprite con il coperchio e fate cuocere per 30 - 40 minuti, mescolando ogni tanto e aggiungendo poca acqua calda se il sugo dovesse restringersi troppo.
Fate cuocere fino a quando il sughetto si sarà ristretto e le seppie saranno tenere. 
Spegnete il fuoco, se necessario regolate di sale e unite il prezzemolo, mescolate e servite in tavola.

Buon appetito!

Curiosità:
Povero di grassi e con poche calorie questo è un piatto leggero, facilmente digeribile ma ricco di proteine e di vitamine.

SEGUIMI - Facebook Twitter - Instangram - Google+

Fatti fritti o frati fritti sardi Is parafrittus

.
"Le ciambelle sarde del Carnevale .."

I frati fritti o fatti fritti o parafrittus, sono tra i dolci tipici del Carnevale sardo, il termine frati fritti è dovuto alla riga bianca centrale, che si forma in frittura e che ricorda il cordone del saio dei frati. Soffici e golose ciambelle fritte aromatizzate con arancia, limone e liquore e ricoperte di zucchero.
I frati fritti si preparano in tutta la Sardegna e la ricetta cambia in base alla zona e alla ricetta di famiglia che viene tramandata di madre in figlia.


Tempo di preparazione: 20 minuti + Cottura: 40 minuti = Totale: 1 ora
Tempo di lievitazione dell'impasto: 2 ore 

Ingredienti per 35 - 40 ciambelle:
- g 600 di farina Manitoba
- g 400 di farina 00
- g 150 di zucchero
- g 100 di burro fuso
- ml 500 di latte
- g 30 di lievito di birra
- 4 uova
- scorza grattugiata di 1 arancia
- scorza grattugiata di 1 limone
- 1 bicchierino di acquavite o grappa o limoncello
- 1 pizzico di sale
- abbondante olio per friggere
- qb. zucchero semolato per guarnire

Procedimento:
Mettete la farina con lo zucchero in una ciotola capiente, fate un incavo al centro e rompetevi le uova, iniziate a mescolare e unite un pizzico di sale, la scorza grattugiata dell'arancia e del limone, aggiungete il burro fuso e il bicchierino di liquore.
Fate intiepidire il latte e scioglietevi il lievito, unitelo all'impasto e lavoratelo bene per almeno 10 minuti o finché non ci saranno più grumi, potete utilizzare anche un frullino elettrico, l'impasto dovrà risultare molto morbido, elastico ed appiccicoso.
Cospargete l'impasto con una spolverata di farina e lasciatelo lievitare per almeno 1 ora coperto con un telo da cucina e una coperta per aiutare la lievitazione.
Infarinate le mani, prendete un pezzo di impasto, formate tante palline e adagiatele su una  tovaglia infarinata. Coprite nuovamente i frati fritti con un telo e una coperta e lasciateli lievitare per un'altra 1 ora.


Scaldate l'olio a fiamma moderata, per evitare che si brucino esternamente, prendete le palline di impasto, fate un buco al centro ed immergetele, una alla volta, nell'olio caldo aiutandovi con un cucchiaio di legno per non far chiudere il buco centrale, girate i frati fritti e toglieteli quando risulteranno ben dorati e metteteli a scolare su carta da cucina.


Cospargeteli di zucchero a velo, lasciateli intiepidire e servite.

Buon appetito!

SEGUIMI : Facebook Twitter - Instangram

Lasagne con carciofi

.
Le lasagne con i carciofi sono uno straordinario piatto stagionale della cucina italiana. Sfiziose e originali, in versione bianca senza pomodoro, sono un'ottima alternativa vegetariana alle lasagne classiche. Una ricetta ricca e appetitosa che non può certo mancate nel menù di Carnevale.

Tempo di preparazione: 20 minuti + Cottura: 40 minuti = Totale: 1 ora

Ingredienti per 4 persone:
- g 250 di lasagne all'uovo
- g 500 di besciamella
- g 30 di grana grattugiato
- 1 spicchio d'aglio
- 1 limone
- qb. prezzemolo tritato
- qb. sale
- qb. olio d'oliva

Per la besciamella:
- ml 500 di latte intero
- g 50 di farina
- g 50 di burro
- qb. noce moscata
- qb. sale

Procedimento:
Pulite i carciofi eliminando le foglie esterne più dure e tagliate le punte, divideteli in 4 spicchi ognuno, privateli della barbetta interna e tagliateli a fettine sottili.
Metteteli a bagno in acqua con il limone tagliato a spicchi affinché non anneriscano.
In una casseruola fate rosolare in poco olio lo spicchio d'aglio spellato e toglietelo quando sarà dorato, unite i carciofi risciacquati e ben scolati e fateli rosolare a fiamma vivace, unite una manciata di prezzemolo, regolate di sale, abbassate la fiamma e fate cuocere per 15 minuti o finché risulteranno teneri. Spegnete il fuoco e lasciateli intiepidire.
Nel frattempo preparate la besciamella seguendo le indicazioni riportate QUI e tagliate a cubetti le mozzarelle.
Foderate una teglia con carta forno, fate uno strato sul fondo con qualche cucchiaio di besciamella, adagiate uno strato di lasagne e ricoprite con uno strato di carciofi, cubetti di mozzarella e una spolverata di grana. Fate un secondo strato con lasagne, besciamella, carciofi, mozzarella e grana, infine fate un ultimo strato con lasagne, carciofi e grana.
Cuocete nel forno caldo a 200° per 40 minuti, lasciate riposare per 10 minuti e servite le lasagne calde.

Chiacchiere di Carnevale

.
"Chiacchiere, frappe, cenci, bugie, crostoli .. i dolci tipici del Carnevale"

Le chiacchiere di Carnevale sono un tipico dolce italiano diffuso in tutta la penisola con nomi diversi, fecero la loro comparsa già all'epoca dell'antica Roma con il nome di frictilie e si friggevano nel grasso di maiale. Grazie alla loro semplicità e al basso costo venivano preparate in grandi quantità dalle donne romane e offerte alla folla che si riversava nelle strade proprio in occasione dei festeggiamenti dell'odierno Carnevale.
Si tratta di sfoglie croccanti di pasta rondellate ai bordi, in alcune zone vengono modellate a formare un nodo e prendono il nome di fiochetti, si cuociono in abbondante olio oppure in forno e si servono fredde ricoperte con zucchero a velo, cacao, miele, ecc.. oppure accompagnate da sanguinaccio dolce o liquore tipo alchermes.